COMUNICATO STAMPA
Melegnano, 4 dicembre 2022

Leggiamo dai giornali locali che i Comuni della nostra zona stanno affrontando il tema dell’Area B di Milano: sostanzialmente si chiede di sospendere il provvedimento adottato dalla città di Milano perché metterebbe in difficoltà economica i cittadini che si muovono in auto per lavoro.
Ci sono sfumature diverse tra i Sindaci che lasciano intravedere prese di posizione partitiche più che preoccupazione vera nei confronti dei propri cittadini, forse in previsione delle prossime elezioni regionali?

Sicuramente il tema della mobilità delle persone E’ un tema strategico, insieme ad altri, per il prossimo Governo della Regione e, leggendo quanto riportano i media locali, ciò che ci preoccupa maggiormente è vedere ancora una forte contrarietà nei confronti di politiche volte alla riduzione dell’uso dell’auto privata.

I provvedimenti di divieto di accesso in certe aree o il pagamento sono forme ampiamente adottate, insieme ad altre, laddove si fanno politiche per disincentivare l’uso dell’auto privata in favore di altri modelli di mobilità sostenibile, con l’obbiettivo di alleggerire il traffico urbano e rendere più vivibili le città.
I provvedimenti adottati da Milano, prima Area C e ora Area B, vanno in questa direzione, anche se, a leggere i dati, sembra che l’attuazione di Area B non stia dando i risultati sperati: forse per le numerose deroghe che permettono a molti di accedere comunque? Questo lo lasciamo dire ad altri.

A noi invece preme sottolineare ancora una volta che quasi tutte le parti politiche, sebbene con sfumature diverse, non riescono a dire in modo chiaro che occorre diminuire il tasso di motorizzazione, in Lombardia, nelle nostre città come nel resto dell’Italia.
Qualche dato: in Lombardia ci sono 2 auto ogni 3 abitanti, 1 auto ogni 2 metri.
L’Italia è il Paese con il più alto tasso di motorizzazione, dietro al Lussemburgo: 670 auto ogni 1000 abitanti.
I problemi delle nostre città sono la mancanza di spazi e nessun amministratore pubblico potrà mai dare risposte alle esigenze sempre crescenti di chi possiede un’auto, se non pensando di togliere il poco spazio residuale rimasto alle persone, quelle che si muovono con due gambe, di età variabile da 0 a 100 anni!

Da Amministratori Pubblici illuminati ci aspettiamo che facciano richieste per potenziare il trasporto pubblico a partire dalla riattivazione della linea S12 soppressa da TRENORD (alias Regione Lombardia) e mai ripristinata; ci aspettiamo che si riveda il trasporto pubblico su gomma in un’ottica nuova, più aderente alle nuove esigenze delle persone; ci aspettiamo che vengano realizzati progetti innovativi di car-sharing per permettere alle persone, ad esempio, di evitare di avere un’auto privata; ci aspettiamo interventi veri sul tema della mobilità ciclistica e, rimanendo in tema di Città Metropolitana, ci aspettiamo che venga data immediata attuazione al progetto CAMBIO per lo sviluppo della rete ciclabile metropolitana.
In poche parole: dai nostri Amministratori Pubblici e politici locali ci aspettiamo una visione diversa della mobilità che permetta alle persone di poter risparmiare circa 7.000€ all’anno solo perché possono fare a meno di almeno 1 auto in famiglia.

Questo chiediamo alla politica locale e agli Amministratori pubblici: il coraggio di aiutare le persone a cambiare stile di mobilità. E chiediamo impegni precisi verso una transizione ecologica vera della mobilità a chi vuole il nostro voto per governare la Regione Lombardia.

Info: 348 9752878

In questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Privacy & Cookie policy