Domenica 26 luglio Melegnano è stata teatro di un incidente in pieno centro che solo per un caso non si è trasformato in una tragedia.
Leggiamo che l’automobilista è stato identificato e denunciato e ne siamo felici. Tuttavia, la questione della pericolosità delle strade del centro di Melegnano, spesso invase da automobilisti poco avvezzi al rispetto delle regole del Codice della strada, resta in tutta la sua emergenza.
Sotto il comunicato stampa a firma del presidente Segalini.


Una domenica pomeriggio che poteva essere segnata dalla tragedia.
Che città è una città dove per mangiare un gelato nell’afa di una domenica pomeriggio di luglio si può rischiare la vita? 

Da più parti si parla, sempre con maggiore insistenza, del fatto che le città devono restituire spazio alle persone e questo per tanti motivi: maggiore vivibilità, minore inquinamento, maggiori possibilità di fare mobilità attiva per salute e benessere psicofisica delle persone, ma, soprattutto, maggiore sicurezza di tutti.
“Il tema della sicurezza è spesso utilizzato in modo strumentale per motivi troppo spesso ideologici” – dichiara Segalini, presidente di FIAB Melegnano – “mentre si dimentica che la sicurezza ha molti aspetti legati ad un uso smodato e improvvido dell’auto privata. Più auto in città significa aumento delle probabilità di incidentalità: la velocità e l’arroganza di troppi automobilisti che pensano di poter utilizzare il proprio mezzo come se fossero in un autodromo rendono le nostre città luoghi ad alto tasso di insicurezza dove diventa pericoloso anche gustarsi un gelato.”

La strada dove è successo l’incidente a Melegnano è un tratto breve, in pieno centro cittadino, con alcune attività commerciali che avrebbero solo da guadagnare se fosse resa pedonale.
Chiediamo quindi all’Amministrazione Comunale di prendere velocemente provvedimenti per chiudere al traffico quel tratto di strada e più in generale di attuare politiche per la mobilità per ridurre il numero di auto in circolazione, soprattutto nei giorni della movida.
“Con uno sguardo ad un futuro molto vicino,” – rincalza il presidente Segalini – “chiediamo inoltre che le aree intorno agli edifici scolastici vengano trasformate in strade scolastiche perché i bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze di Melegnano hanno diritto di non essere travolti da un’auto mentre mangiano un gelato, ma anche di raggiungere la scuola senza fare lo slalom tra le auto.”

È evidente che non è più possibile fare affidamento sulla segnaletica dei limiti di velocità e sul buonsenso dei conducenti: le auto sono sempre più grosse e potenti, sponsorizzate da pubblicità che parlano di “libertà” alla guida, fomentando l’egocentrismo anziché il rispetto degli altri e la condivisione degli spazi. È quindi necessario fare in modo che sia la “strada a guidare”. Una pedonalizzazione strategica degli spazi urbani è la soluzione per garantire sicurezza di tutti.
FIAB Melegnano
Diego Segalini – Presidente”